Blog

La lettera di Teresa Zammuto a Gianni Palagonia, una studentessa di Arezzo

Cari amici, vi pubblico di seguito la bellissima lettera che mi ha inviato una studentessa dell'istituto F. Redi di Arezzo, a seguito del mio intervento telefonico, richiesto nel corso dell'assemblea d'istituto del 7 maggio 2011.

http://www.facebook.com/event.php?eid=210769908943460

"Caro Gianni,

spero di fare cosa gradita con questa mail e che tu possa scusare la confidenza, probabilmente fuori luogo dato che non ci siamo mai visti. Ero all'assemblea di istituto al liceo di Arezzo stamattina, e ho realmente apprezzato il collegamento telefonico. Ho apprezzato l'impegno che si vedeva nelle tuo parole, la considerazione che hai avuto e dimostrato di noi giovani, la passione e la sincerità della tua persona che traspariva anche attraverso dei telefonini. Mi ha molto colpito la maniera tutta umana di trattare certi argomenti, che altri avrebbero potuto affrontare raccontando eventi o con termini molto lontani dalla nostra sensibilità. invece sei arrivato a toccare le corde più semplici della nostra persona, quelle che al di là delle conoscenze specifiche sugli argomenti abbiamo tutti, che ci coinvolgono e ci affascinano per la loro complessità, che mi fanno amare l'uomo e mi fanno rimanere stupita della sua ricchezza interiore, che mi fanno distrarre e sollevare dalle disgrazie che è capace di compiere. Comprendendo alcuni meccanismi essenziali e quei valori fondamentali non si trovano soluzioni specifiche o regole di vita ideali, ma inconsapevolmente diventiamo uomini e donne di valore, che hanno come parte integrante di sè certi principi e che quindi non devono seguire regole morali esterne a loro ma le trovano dentro di sè, e questa è una potenzialità per me straordinaria. La mafia è un tema di cui si parla poco, e quando se ne parla si sa poco bene cosa si dice. Si pensa sempre che sia un problema di altri, estraneo alla nostra realtà: un po' perchè ce lo fanno credere e un po' (me per prima) perchè non abbiamo interesse a informarci. Occasioni come questa mattinata, con la tua testimonianza e quella di un rappresentante di Libera, risvegliano in me e penso in altri il pensiero che questo tema non è cosi lontano, è un fatto tutto umano, che coinvolge in altre città ragazzi come me, vittime di queste realtà. E di sicuro parole come le tue lasciano un segno dentro chi le ascolta, anche in chi non conosce la tua vita o le tue vicende, poichè sono parole cosi universali che vanno al di là delle questioni specifiche ma vanno a toccare semplicemente il nostro essere uomini. Era moltissimo tempo che non sentivo discorsi come quelli di stamani, per la determinazione e la convinzione, è raro trovare una persona che abbia reale passione e convinzione in quello che fa. Tutti diciamo "bisogna avere passione per ciò che si fa", ed elenchiamo una serie di valori che dovremmo avere, ma è difficile provarlo. non bisogna abituarsi a ciò che ci accade intorno, ai fenomeni sociali e di altro tipo, ed è ciò che ho letto nelle tue parole! grazie infinite, se vuoi e hai tempo avrei piacere a leggere una tua risposta!"

LIBRI DI GIANNI PALAGONIA

Ultimi Commenti

  • 18.11.2016 18:53
    Il mafioso é semplicemente un lurido delinquente che a causa di uno Stato protettore ed anch'esso ...

    Leggi tutto...

     
  • 15.11.2016 21:33
    Cari amici e fans, grazie per il vostro sostegno che manifestate più su facebook che sul mio sito.

    Leggi tutto...

Login Form

Storico Articoli

Powered by mod LCA